Pentema: il paese che rivive con il presepe

pentema

Pentema è un piccolo borgo dell’entroterra genovese, situato nel cuore di una valle boscosa che gli fa da cornice e che crea nel periodo invernale un incantevole scenario da fiaba. Formato da un gruppo di casette strette attorno alla chiesa parrocchiale e al suo alto campanile, è stato quasi completamente abbandonato dai suoi abitanti nel corso del Novecento. Ogni anno a dicembre l’intero paese accresce il suo fascino assumendo le sembianze di un presepe, all’interno del quale viene riprodotta la vita contadina dei primi anni del secolo scorso, attraverso una serie di scene e ambienti accuratamente ricostruiti grazie al lavoro di un gruppo di volontari.

Il presepe di Pentema giunge quest’anno alla ventiduesima edizione ed è ormai riconosciuto come uno degli appuntamenti natalizi più importanti della Liguria. Ogni anno migliaia di visitatori raggiungono il paese per immergersi in un’atmosfera d’altri tempi. La rappresentazione è allestita tra le stradine, i vicoli e le antiche fontane, nelle case abbandonate, nei fienili, nelle aie, sotto gli archi, dove risuonano ancora le voci dei contadini e delle lavandaie. Il borgo viene ripopolato da personaggi a grandezza naturale, vestiti con costumi dell’epoca e inseriti nei luoghi del borgo dove realmente hanno operato, a raffigurare momenti di vita quotidiana, con gli uomini intenti nei loro antichi mestieri e le donne impegnate nelle faccende domestiche. Artisti locali danno vita ai manichini, ricostruendo in creta i volti delle persone vissute nel paese.

L’organizzazione del presepe è a cura dell’associazione G.R.S. Amici di Pentema, che si autofinanzia con piccole sponsorizzazioni, con le libere offerte e con le entrate del punto di ristoro e del piccolo negozio di artigianato messi a disposizione dei turisti. L’associazione ha anche creato un museo dedicato alla vita contadina (Cà da Sitta, dal nome dell’ultima abitante), ricavato in una vecchia casa rurale, la cui origine si può fare risalire al XVI secolo. La struttura, abbandonata per più di sessant’anni, al momento dell’apertura è stata trovata completa di suppellettili, esattamente come era stata lasciata alla fine della seconda guerra mondiale. Costituisce quindi un ottimo esempio di casa tipica da proporre ai visitatori del presepe e durante gli altri periodi dell’anno ai numerosi frequentatori della Val Pentemina.

L’edizione 2016/17 del presepe di Pentema sarà inaugurata nel pomeriggio di giovedì 8 dicembre con una passeggiata musicale al suono di cornamusa e fisarmonica alla scoperta delle quaranta scene rappresentate. A seguire nella chiesa di San Pietro Apostolo un concerto di canti della tradizione natalizia ligure e delle regioni settentrionali italiane precederà la Santa Messa. Dopo la funzione sul sagrato della chiesa sarà celebrata la cerimonia del “confeugo”, tradizionale rito genovese del falò con un ceppo d’alloro. Al termine assaggi di vin brulé e danze popolari.

L’apertura del presepe ai visitatori è programmata nelle successive domeniche, 11 e 18 dicembre, tutti i giorni dal 24 dicembre all’8 gennaio e infine il 14 e 15 gennaio, sempre con orario dalle 10 alle 18. Venerdì 6 gennaio è previsto l’arrivo in paese dei Re Magi pentemini, accompagnati da asino, mucca e pecore. Al suono di piffero e fisarmonica porteranno al Bambin Gesù sale, stoffa e olio, un tempo preziosi regali, e dolci sorprese per tutti i bambini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...